Sommario:

La California Pone Fine Al Nuovo Fracking In Attesa Dei Risultati Di Uno Studio Scientifico
La California Pone Fine Al Nuovo Fracking In Attesa Dei Risultati Di Uno Studio Scientifico

Video: La California Pone Fine Al Nuovo Fracking In Attesa Dei Risultati Di Uno Studio Scientifico

Video: La California Pone Fine Al Nuovo Fracking In Attesa Dei Risultati Di Uno Studio Scientifico
Video: Prevenzione incendi. Riforme normative e adattamento dei progetti 2023, Novembre
Anonim

Bruciare combustibili fossili è come pisciare nella piscina della comunità. È davvero una pessima idea. L'estrazione di combustibili fossili mediante fracking rende il problema molto, molto peggiore. Con la maggior parte del lucchetto, delle scorte e del barile da 55 galloni di proprietà del governo americano da parte di coloro che fanno gli straordinari per convincere la gente che i rifiuti umani nella piscina sono in realtà una buona cosa (e decine di milioni di americani lo credono!), convincere le aziende a fermare il fracking è quasi impossibile.

La maggior parte delle persone non si rende conto che la California è un importante produttore di petrolio e gas. Nel 2018, i 72.000 pozzi petroliferi onshore e offshore della California hanno prodotto 165,3 milioni di barili di petrolio, secondo il California Department of Conservation. Il Golden State consuma anche più benzina di qualsiasi altro stato: 366 milioni di barili nel 2017 secondo la US Energy Information Administration.

Tutto quel petrolio che entra e esce dalla California significa che ci sono un sacco di petrodollari che sguazzano nella capitale dello stato a Sacramento. L'agenzia di stampa Maplight ha riferito lo scorso anno che gli interessi petroliferi e del gas hanno contribuito con 170 milioni di dollari alle campagne politiche della California dal 2001.

Tuttavia, il governatore Gavin Newsom questa settimana ha sospeso l'approvazione della nuova fratturazione idraulica in California fino a quando i permessi per quei progetti non potranno essere esaminati da un gruppo di scienziati indipendenti presso il Lawrence Livermore National Laboratory, secondo un rapporto del Los Angeles Times.

Il Governatore ha anche interrotto il rilascio di nuovi permessi per la trivellazione petrolifera a iniezione di vapore, una tecnica di estrazione collegata a una massiccia fuoriuscita di petrolio nella contea di Kern durante l'estate. Più di 900.000 galloni di petrolio e salamoia sono fuggiti da un impianto Chevron in quella parte dello stato la scorsa estate. I regolatori statali hanno multato la Chevron di $ 2,7 milioni per violazioni nel giacimento petrolifero, ma una volta che il petrolio fuoriesce nell'ambiente, tutti i soldi del mondo non compenseranno il danno ambientale che provoca.

"Questi sono passi necessari per rafforzare la supervisione dell'estrazione di petrolio e gas mentre eliminiamo gradualmente la nostra dipendenza dai combustibili fossili e ci concentriamo su fonti di energia pulita", ha affermato Newsom in una nota martedì. “Questa transizione non può avvenire dall'oggi al domani; deve avanzare in modo deliberato per proteggere le persone, il nostro ambiente e la nostra economia”.

Lo stato sta valutando l'aggiunta di zone cuscinetto tra i pozzi petroliferi situati vicino a quartieri residenziali, scuole, ospedali e altre strutture che potrebbero essere esposte a fumi pericolosi derivanti dalle operazioni di perforazione. Newsom ha anche ordinato che il sistema utilizzato dallo stato per rilasciare i permessi di fracking venga verificato dal Dipartimento delle finanze per determinare se è conforme alla legge statale. A tale agenzia è stato chiesto di raccomandare modi per rafforzare il processo di autorizzazione.

Non aspettarti un grazie

Catherine Reheis-Boyd, presidente della Western States Petroleum Assn., ha dichiarato al LA Times che la California ha già alcune delle normative e protezioni ambientali più severe al mondo e che la riduzione della produzione di petrolio nello stato avrà gravi conseguenze.

"È deludente che lo stato persegua ulteriori studi quando più agenzie statali convalidano già la nostra protezione della salute, della sicurezza e dell'ambiente durante la produzione", ha affermato. "Queste agenzie dovrebbero anche considerare l'affidabilità, l'accessibilità e la resilienza del nostro approvvigionamento energetico, poiché ogni barile ritardato o non prodotto in questo stato aumenterà solo le importazioni da fonti estere più costose che non condividono i nostri standard ambientali e di sicurezza".

Il leader repubblicano del Senato dello Stato Shannon Grove di Bakersfield ha espresso preoccupazioni simili e ha affermato che le azioni di Newsom potrebbero essere paralizzanti per l'industria petrolifera della California. “La maggior parte della nuova produzione di petrolio della contea di Kern sarà gravemente colpita da questa politica, così come dai futuri investimenti di capitale da parte dei produttori. Se quei produttori non possono investire con sicurezza in quest'area, allora investiranno altrove. La riduzione degli investimenti di capitale sarà di centinaia di milioni di dollari nei prossimi dodici mesi”.

Traduzione? Niente dovrebbe fermare la produzione di petrolio in California. Non inferni rotolanti che spazzano via intere comunità. Non siccità che durano da anni. Non una cattiva qualità dell'aria che fa ammalare le persone e accorcia le loro vite. Più persone pisciano in piscina, meglio è, a quanto pare.

Sotto pressione

Dopo che Newsom ha prestato giuramento come governatore della California, è stato sottoposto a forti pressioni da parte di gruppi ambientalisti e ha subito pressioni da parte di gruppi ambientalisti politicamente influenti per vietare nuove trivellazioni petrolifere e di gas e eliminare completamente l'estrazione di combustibili fossili in California, uno dei principali paesi petroliferi della nazione. -Stati produttori. Ma Newsom ha adottato un approccio più misurato che tiene conto degli effetti sui lavoratori del petrolio e sulle città e contee della California che dipendono economicamente dall'industria petrolifera.

I gruppi ambientalisti applaudono

"Questo segna l'inversione di tendenza contro l'industria petrolifera, che è stata autorizzata a trivellare a piacimento nel nostro stato per più di 150 anni", ha affermato Kassie Siegel del Center for Biological Diversity.

La direttrice del Sierra Club California Kathryn Phillips ha affermato che i precedenti governatori hanno avuto l'opportunità di agire come ha fatto Newsom, ma hanno rifiutato, un colpo appena velato all'ex governatore Jerry Brown, che ha rifiutato di imporre un divieto assoluto al fracking nonostante le richieste del Sierra Club e di altri gruppi ambientalisti di fare così. Durante un vertice sul clima del 2018 a San Francisco, il gruppo di difesa dei consumatori Consumer Watchdog ha pubblicato uno spot televisivo locale che mostrava una ragazza che definiva il governatore "crudele e senza cuore" per aver autorizzato le piattaforme petrolifere vicino alle aree residenziali.

"Paga quando si elegge qualcuno che non è in debito con l'industria petrolifera", ha detto Phillips. “[Newsom] ha promesso mentre era in corsa per la carica che non sarebbe stato intimidito dall'industria petrolifera, e questo tipo di spettacoli è vero. È più di quanto qualsiasi altro governatore abbia fatto in un solo giorno per frenare l'inquinamento da petrolio».

Il presidente di Consumer Watchdog Jamie Court è stata una delle prime persone a notare che il tasso di approvazione del fracking è quasi raddoppiato dopo l'insediamento di Newsom. La sua denuncia è uno dei fattori che hanno contribuito alla decisione di Newsom di porre fine all'approvazione di tutti i nuovi permessi di fracking. La Corte ha dichiarato al LA Times: "L'annuncio di oggi è un passo davvero gradito nella giusta direzione per creare un maggiore controllo scientifico delle discutibili esplorazioni di pozzi e delle tattiche di trivellazione che sono state contrassegnate da un timbro di gomma sotto il governatore Brown e nei primi sei mesi della sua amministrazione."

Un'industria multimiliardaria

La California affronta lo stesso enigma di ogni governo locale, statale o nazionale. La società moderna è costruita su energia a basso costo proveniente dalla combustione di combustibili fossili. Rompere lo status quo infliggerà dolore economico a milioni di persone. L'industria petrolifera in California ha aggiunto $ 152 miliardi di produzione economica totale all'economia californiana, ha pagato $ 26 miliardi di salari ai lavoratori supportati dall'industria petrolifera e del gas e ha contribuito per $ 21,6 miliardi di entrate fiscali locali, statali e federali nel 2017, secondo un rapporto della Western States Petroleum Association.

Anche se i sondaggi mostrano che la maggioranza dei residenti in California sostiene con forza limiti più severi alle emissioni degli impianti di generazione elettrica e si oppone al fracking e ai pozzi petroliferi offshore, è difficile voltare le spalle a quel tipo di forza economica.

Dai credito alla California. Almeno sta cercando di trovare un percorso che protegga i suoi cittadini dai danni causati dall'estrazione e dalla combustione di combustibili fossili. La maggior parte degli altri stati non solo non ha risposte alle minacce poste dall'industria dei combustibili fossili, ma non sa nemmeno quali domande porre.

L'umanità è in una corsa contro il tempo per allontanarsi da un'economia basata sui combustibili fossili, ma è sempre più indietro ogni giorno mentre osserva impotente mentre le compagnie petrolifere e del gas pompano sempre più anidride carbonica e altri inquinanti nell'atmosfera.

Ci stiamo avvicinando al punto in cui c'è più urina che acqua nella piscina comunitaria, ma semplicemente non sappiamo come smettere di fare ciò che abbiamo fatto negli ultimi 150 anni. Faremmo meglio a scoprirlo presto, però, prima che tutto e tutti coloro che amiamo periscano dalla faccia della Terra.

Consigliato: